novembre…

 
Ritornando a casa,
 le nuvole sembravano macchie
di grasso in un cielo magro, dopo un giorno trascorso
tagliando fette di carne senz’ osso.
La stanchezza è una coltre di gelo intorno al primo giorno di un nuovo
lavoro, il vento è una gelida stretta di mano.
In macchina con un amico, continuavo ad  addormentarmi
guardando le nuvole, tentando
di ritaglairle con un coltello affilato.
Sognavo di tagliarmi, e il sangue
sfrangiava in un tramonto con i colori di tutti gli altri tramonti,
quando la luce declina a occidente,
e novembre è soltanto
un’ altro posto in cui vivere.
 
 
Edward Allen

Una Risposta to “novembre…”

  1. Rossella Says:

     le nuvole sono sempre le nuvole…ti attirano. Attirano il tuo sguardo come una calamita… espandono il tuo pensiero..ti trascinano con se…così come gli avvenimenti della vita fanno con noi…e a noi non resta che seguirle…per andare incontro a qualcosa..per vivere nuove emozioni..nuove delusioni….ma pur sempre vivere!! Oppure possiamo decidere di lasciarle andare..trascinate dal vento leggero…e rimanere sotto un cielo limpido..dove tutto é uguale…dove tutto e semplice….dove tutto ti dà tutto tranne che qualcosa in cui credere…
    un dolce bacio…
    A poi..
     
    Tua Nuvoletta
     

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: