Saper di non sapere

Che cosa è l’ignoranza…? Socrate disse: Io so di non sapere. Che significa questo? Socrate era da considerarsi una persona colta oppure no ?.
L’ ignoranza del pastore che vive isolato sulla montagna, completamente estraneo ad ogni cosa che lo circonda è da ritenersi assoluta, un uomo che non sa telefonare o prendere un ascensore è un ignorante anche per un analfabeta cittadino a cui tutte queste cose risultano però semplici, perchè appartenenti alla sua quotidianità. Relativa è invece l’ignoranza di colui che, anche più colto della media, è inferiore al livello che dovrebbe avere. In questo senso un cattivo neurochirurgo è un ignorante. E non dei meno pericolosi.
Tuttavia dare dell’ignorante ad un neurochirurgo suscita qualche perplessità. Per questo, la buona lingua consiglia di definire quel medico piuttosto un incompetente che un ignorante. La cultura corrisponde, infatti, ad un vasto sapere, mentre la competenza è la capacità professionale in un determinato campo d’ attività. La competenza serve per il lavoro, la cultura non è funzionale a nulla, se non al piacere dell’informazione, alla saggezza, alla propria soddisfazione personale. Gli interessi dell’ uomo colto spaziano dalla storia alla filosofia, dalla geografia alle scienze umane, egli conosce molto di tutte queste cose ma è ovvio che in questi campi non è competente e difficilmente potrà mai esserlo. Il suo sapere è spalmato su tutta la realtà e dunque lo strato non può che essere sottile, ma del resto, anche il competente di storia non è che conosca, seriamente, tutta la storia dell’umanità: è uno specialista e se vuol essere veramente informato deve limitare moltissimo il suo campo d’ interesse.
La Rochefoucauld disse: “le vrai honnête homme est celui qui ne se pique de rien”, l’uomo di mondo non pretende di essere un’autorità in nulla, e se troppo  competente fosse stato, avrebbe dovuto nasconderlo al mondo come meglio poteva per non passare da barboso saccente professorale.
Oggi, erroneamente, le persone più facilmente considerate colte sono gli opinionisti, i politici d’alto livello e ovviamente i professori di scienze umane è a loro che si può chiedere un parere su un fatto di cronaca, sugli sviluppi sociali di un dato fenomeno o su un problema politico. Il neurochirurgo invece, anche competente, non ha quasi mai né tempo né modo di andare ad indagare in quei campi sterminati di informazioni che sono estranei alla medicina. In un salotto dove potrebbero brillare Voltaire o Diderot, questo lo condanna al mutismo.
La cultura di un individuo non può brillare che nella conversazione improvvisata e con interlocutori imprevedibili. Se non è questo, si chiama prolusione, omelia, lezione, comizio, predica, conferenza: tutte cose che appartengono non alla cultura ma alla competenza. E alla noia.
L’uomo colto è qualcuno cui si può chiedere indifferentemente se si va verso una rinascita o una decadenza delle arti figurative, se sono ancora ipotizzabili guerre per il petrolio, se convenga comprare una macchina a benzina o una diesel, se in futuro ci sarà ancora la famiglia come la concepiamo oggi, se siamo soli oppure no nell’ universo o se la filosofia abbia risolto il problema dell’ esistenza di Dio. La risposta non sarà definitiva ma sarà almeno, senzadubbio, interessante. Sarà meno accurata di quella del competente, vero, ma l’uomo colto è il primo a saperlo, ed è questo che lo rende grande, infatti, mentre gli altri lo considerano colto, Socrate si proclama sinceramente ignorante e condanna all’ ignoranza coloro i quali spendono tutto loro stessi allo studio dell’ intera realtà umana…chi scala la montagna della cultura allarga l’orizzonte delle proprie conoscenze, ma con esso e in maniera maggiore si allarga l’orizzonte della propria ignoranza. Dovrebbe esservi un livello minimo di conoscenza al quale tutti dovremmo essere "condannati" perchè certe cose non si possono davvero vedere:

     
cosmo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: