Continueremo a chiamarlo Trinità

Oggi signori e signore è il compleanno di un mito, un attore che, con i suoi film ha fatto crescere e ridere generazioni presenti passate e future: Mario Girotti, meglio conosciuto come Terence Hill…perdonatemi ma visto che non posso invitarlo al poker del Venerdi sera almeno due righe mi sento in dovere di dedicargliele per tutte le serate all’ insegna del ridere più sfrenato che mi ha regalato, lui e quel buontempone del suo amico.

"Non sempre chi ti tira della merda addosso lo fa per farti del male; non sempre chi ti tira fuori dalla merda lo fa per farti del bene."
>Terence Hill<
Terence Hill

Terence nasce da madre tedesca il 29 marzo del 1939 a Venezia, trascorre l’infanzia in Sassonia, a Dresda, dove sopravvive ai tremendi
bombardamenti della II Guerra Mondiale. Fin da giovane dimostra
attitudini e caratteristiche che poi saranno tipiche anche di alcuni
suoi personaggi, in particolare di quelli nati in coppia con
l’inseparabile Bud Spencer, ovvero un certo carattere scanzonato, una buona dose di intraprendenza e un’intelligenza viva e attenta.
I suoi esordi nel mondo dello spettacolo avvengono per puro caso.
Ancora giovanissimo, durante un incontro di nuoto (che Mario praticava
con continuità), viene notato dal regista Dino Risi,
che lo scrittura per una parte del film "Vacanze con il gangster".
Siamo nel 1951 e l’attore si presenta ancora con il suo nome italiano.
Molto coscienzioso, non dimentica però l’importanza degli studi,
consapevole che nella società contemporanea il sapere è un bene
fondamentale. Senza troppo montarsi la testa, quindi, intraprende in
sordina una carriera attoriale volta pragmaticamente a mantenere gli
studi.

L’universo cinema, però, è una macchina con degli ingranaggi
ferrei e guai ad uscirne. Capisce che sarebbe un errore imperdonabile.
Preso da un vortice di partecipazioni e richieste sempre più ampie,
dopo tre anni di Lettere classiche all’Università di Roma, decide di
dedicarsi completamente al grande schermo. Scelta difficile ma che si
rivela ben presto vincente.

Poco dopo Luchino Visconti,
uno dei massimi registi italiani del momento, lo vuole nel film "Il
Gattopardo", in breve divenuto un "cult" assoluto della cinematografia.
Dopo questo primo esordio in una produzione così importante e così
blasonata, riesce ad avviare una carriera vera e propria, lontana dalla
incertezze semidilettantesche e che si rivelerà assai continuativa e
senza soste.Nel 1967 mentre gira "Dio perdona…io no", s’innamora e poi sposa
una ragazza americana, Lori Hill. Decide anche di cambiare nome, in
parte in ossequio ad una certa moda dell’epoca che tendeva a svalutare
gli artisti italiani in favore di quelli stranieri provenienti in
particolare dall’America.

Sceglie il nome prendendo spunto da un autore di storia latina che
stava leggendo, Terenzio, e il cognome da quello della moglie: Mario
Girotti diventa per tutti Terence Hill.

Il suo successo è legato soprattutto ad alcuni titoli del genere
"neo-spaghetti western" come gli indimenticabili "Lo chiamavano
Trinità" (del 1971), e il suo seguito "…Continuavano a chiamarlo
Trinità", in coppia con il sodale Bud Spencer.
Seguiranno film altrettanto fortunati dove la comicità si sostituisce
alla violenza ed i cattivi, in genere eccezionali e "macchiettistici"
stunt-man, hanno sempre la peggio. Sono titoli ormai celeberrimi come
"Altrimenti ci arrabbiamo" "Io sto con gli ippopotami", sempre con il fido Bud Spencer.
Da ricordare che Terence Hill nel 1976 è chiamato a Hollywood, dove
appare in "March or die" con Gene Hackman e dove recita in "Mister
Miliardo" con Valerie Perrine.

Dopo un lungo periodo di profonda depressione causata dalla perdita
del figlio diciassettenne, perito in un incidente stradale, l’attore si
è rilanciato nei panni di un sacerdote investigatore, nella serie Rai
intitolata "Don Matteo"; molto popolare anche in Germania, anche per
questa produzione italiana, pur dimostrando nel ruolo di curato
versatilità e ottime doti di attore, il suo nome rimarrà
indissolubilmente legato al suo più noto personaggio Trinità.
Fonte: Biografieonline.it

Bè buon appetito Terence e grazie !
P.S. I fagioli comunque facevano schifo🙂
cosmo

9 Risposte to “Continueremo a chiamarlo Trinità”

  1. chiara Says:

    cazzo cazzo cazzo…il mio super prologo…ma vedi inizio cosi\’ perke\’ non mi fa leggere il tuo commento
     sul mio blog…magari quando hai tempo,se ti va mandamelo in formato messaggio…sai come sono i pc..decidono loro e tu hai 2 alternative:o assecondarli con rassegnazione(infondo li abbiamo creati noi) o sfondarli a testate..per poi andarne a ricomprare un altro…un bacio

  2. chiara Says:

    GRAZIE…CI TENEVO A SENTIRE LA TUA OPINIONE….BACIO…

  3. passavo  a caso perchè ho scritto natura come motore di ricerca…..il tuo blo fa impazzì!!!!! è stupendo….ma quelle foto dei vari tornado l\’hai mica fatte te???? poi magari anche in America dove ci stanno spesso….complimenti per il blogggg!
    Ciaoooozxz

  4. chiara Says:

    nooooooo……sei un fan anke tu di ska-marcio?…ma perke\’?

  5. cosmo Says:

    oh oh oh non scherziamo

  6. cosmo Says:

    oh oh oh non scherziamo

  7. chiara Says:

    MI HAI FATTO MORIRE DALLE RISATE!!…E\’ ASSURDO ANKE IO MI SAREI OFFESA!!! ..MA TU KE DICI,NE USCIREMO VIVI?? BACETTO..CHIARA

  8. chiara Says:

    volevo solo lasciarti un saluto…solo uno…uno soltanto….

  9. Hεnry Says:

    Quando amo quei film..in particolare i western, ma questi con loro due mi fanno impazzire!
    Bellissimo articolo!!
    Complimenti!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: