Il Ka delle coincidenze [prt 1ª]

Essendo io un estimatore forzato di ciò che avviene alle nostre\mie spalle, dei tessuti connettivi dell’ irrealtà, dei sassi lanciati negli stagni dell’ essere e avendo a che fare quotidianamente con tutto ciò che di più arcano avviene nella testa e nel cuore, come se obbligato da volontà superiore, getto il mio pensiero qua, su quella grande ruota che governa il caso e fa di noi, buoni o cattivi partiti, illusi o illustri personaggi, perentori oratori o miseri spacciatori di frottole. Per quel si grande mistero che rappresentano le coincidenze tutte, buone o cattive che siano, a loro e loro soltanto va spesso attribuità la follia umana e i dolcissimi frutti acerbi che l’accompagnano.

[88] – prt 1ª

Le coincidenze sono un oppiaceo; L’enorme ruota che le governa non cede il passo difronte a nessuna legge naturale o umana, si insinuano come un’ idea nella testa connettendo, in un intricato percorso mnemonico, parti altrimenti inindividuabili tra loro, esse, con le loro allucinanti promesse e le loro assuefanti parole mostrano luoghi in cui l’orgoglio e la dignità possono trovare falsi ripari e accoglienti paesaggi, dove il fantasma dell’ ingenuità può coglierle in scacco. Non trovate sollievo nella loro scoperta !, non afferrate ciò che la loro ricerca vi tende !, o vagherete in eterno alla loro caccia fruttuosa e insensata. Fuggitele !!!. Non vi attardate con esse o il tempo che loro donate vi si ritorcerà contro come un serpente a cui si pesta la coda: Veloce e inesorabile, il morso, vi desterà dal torpore in cui voi stessi avete deciso di calarvi, quando, incautamente, cercavate consolazioni che, ahimè, non arrivano mai. Esse sono come la religione, placano i rimorsi, inorgogliscono la coscienza ma ottundono i nostri sensi e la nostra mente. Un velo cala dinanzi ai nostri occhi e la verità si offusca allontanandoci dalla saggezza delle certezze e dal loro dolce sapore. Ah coincidenze !!! Quante ne ho vedute, a quante sono arrivato con l’inganno, quante ne ho scovate nei loro bui nascondii; per cosa ? Per rendermi forse conto che questo dispendioso passatempo altro non è che un gettare nel baratro secondi ed esperienze preziose che non tornano più, alcune eclatanti nella loro accecante e semplice verità, altre solo coperte da un sottilissimo velo tentatore; come il pacco semitrasparente del dono ad un bambino, posto li con l’unico scopo di divenire il pasto, di una feroce curiosità.

cosmo

2 Risposte to “Il Ka delle coincidenze [prt 1ª]”

  1. Marcello Says:

    Machiavelli diceva che la virtù può superare cioè che la sfortuna ci pone davanti…tu che ne dici?

  2. cosmo Says:

    io dico che sono pienamente daccordo🙂

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: